Gli anni passano, ma il talento e la
pazzia rimangono immutati. Lunedì a San Siro è
andato in scena “La Notte del Maestro”, ovvero l’addio al
calcio di Andrea Pirlo che, per l’occasione, ha riunito ex
compagni ed avversari che hanno fatto la storia di questo
sport. Sul terreno di gioco non è mancato ovviamente lo
spettacolo, con giocate di grandissima qualità che hanno
prodotto una sensazione di notevole nostalgia tra il pubblico
presente allo stadio e tra quello che ha assistito alla serata
da casa. Uno dei momenti più divertenti è stato il gol di
Christian Vieri
: Pirlo ha ‘ingannato’ tutti su punizione,
preparandosi alla battuta diretta e inventandosi invece poi un
assist per l’ex attaccante che, dopo aver segnato, si è tolto
la maglia per esultare e ha poi simulato il gesto dell’ombrello
per polemizzare ironicamente con l’allenatore. Gli spettatori
di San Siro hanno festeggiato con un boato la rete di Vieri, ma
il vero show Bobo l’ha fatto negli spogliatoi. L’ex centravanti
della Nazionale si è infatti scatenato con le sue
Stories su Instagram, tormentando gli altri ospiti della
serata, in particolare Gattuso e Cassano. Uno dei primi a
essere ripresi è stato infatti proprio l’attuale allenatore
del Milan che, infastidito e perseguitato dall’ex compagno di
squadra, ha tentato di schiaffeggiare Vieri
– per gioco
s’intende – e impedirgli di girare video. Sempre lui è stato il
protagonista di un altro siparietto che ha coinvolto anche
Ronaldo. “Come sei gonfio” ha detto Gattuso al fenomeno
brasiliano, prima di un lungo abbraccio. Poi l’ex Pallone
d’oro e Vieri hanno cominciato a stuzzicare Ringhio:
“Sei sempre nervoso, sempre aggressivo”
gli ha rimproverato
Ronaldo, mentre l’ex numero 32 gli ha ricordato che non è più
un calciatore, non c’è bisogno ancora di essere così
aggressivi.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here