Manca meno di un mese al mercato di gennaio, e tutti i dirigenti della Serie A hanno sempre un occhio attento sul mercato e sui possibili movimenti tra giocatori in esubero ed altri in scadenza.

Nel nostro campionato, la squadra più attiva sembra essere il Milan, che con la nuova dirigenza Elliott ha tutta l’intenzione di recuperare il gap tecnico e di esperienza tra i rossoneri e le avversarie in corsa per la Champions League.

Le alternative rossonere

I nomi che girano a Casa Milan sono diversi, ma quelli che fanno più rumore sono senza dubbio quelli di Ibrahimovic, Fabregas, Cahill e Godin. I primi tre potrebbero arrivare fin da gennaio, mentre per il difensore centrale dell’Atletico il discorso potrebbe concretizzarsi a febbraio quando il calciatore andrà in scadenza con i colchoneros.

I più vicini ai rossoneri sembrano essere Zlatan Ibrahimovic e Cesc Fabregas. Entrambi i calciatori non sono più giovanissimi, ma darebbero al Milan quel tocco d’esperienza che manca in questo momento, in attacco e soprattutto sulla linea mediana. Lo spagnolo infatti, nello scacchiere tattico di Rino Gattuso, andrebbe a prendere il posto di Lucas Biglia attualmente infortunato. c’è però da superare la resistenza del Chelsea di Maurizio Sarri, con quest’ultimo che non vorrebbe privarsi dell’ex Barcellona, poiché sostituto naturale di Jorginho nel 4-3-3 sarrista.

Il Milan dovrà puntare sulla voglia di giocare del calciatore, così come un altro calciatore poco utilizzato da Sarri: Gary Cahill. Il calciatore sarebbe il preferito di Gattuso per sopperire alle assenze per infortunio in difesa di Caldara e Musacchio. Chi è certo già da qualche mese di vestire il rossonero è Paquetà, acquistato e voluto da Leonardo, graie anche all’endorsement di Kakà, uno che del Milan ne conosce pregi e difetti.

Sogno Ibra

Per quanto riguarda Ibrahimovic, il Milan avrebbe proposto al calciatore un contratto di 6 mesi con opzione per un anno a 2 milioni. Una proposta che Zlatan avrebbe già accettato pur di ritornare in Italia e vestire il rossonero per la seconda volta. Le valutazioni della società sono soprattutto di natura tecnica, anche perché Ibra andrebbe a riempire la casella degli attaccanti che al momento vede il Pipita Higuain ed il giovane bomber Patrick Cutrone. Inoltre, c’è da valutare la sua condizione fisica, dopo 6 mesi in MLS ed un difficile infortunio da smaltire.

L’obiettivo della società è quello di tornare stabilmente nell’élite europeo, dopo anni di purgatorio tra scelte di mercato discutibili e promesse mai mantenute. La nuova società riuscirà nell’intento? Gattuso spera nel mercato, tutto dipenderà dalle opportunità.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here