Rientro vittorioso nel circuito per Serena Williams al
WTA di Indian Wells, primo Premier Mandatory stagionale.
L’ex numero uno del mondo, senza ranking perché ferma da oltre
un anno per maternità (il successo sulla sorella Venus nella
finale degli Australian Open 2017 era l’ultimo match
disputato), ha sconfitto per 7-5, 6-3, in poco più di
un’ora e mezza di partita, la kazaka Zarina Diyas,
numero 53 del ranking, confermando l’esito dei due precedenti
confronti. Piuttosto nervosa dopo 404 giorni di assenza dai
campi
, la vincitrice di 23 Slam ha rischiato grosso nel
primo set, chiuso 7-5 dopo 49′ di battaglia e un break
strappato sul 5-5 più per demeriti dell’avversaria che per i
suoi colpi. Giocando, Serena ha trovato più fluidità nei
movimenti, pur denotando una condizione fisica ancora lontana
dagli standard migliori: è bastato comunque il suo devastante
braccio per portare a casa il secondo parziale in modo
piuttosto agevole, riportandola al successo dopo oltre un anno
di stop e a sei mesi dalla nascita della piccola Alexis
Olympia
. Serena in California ha vinto nel 1999 e nel 2001:
non ha disputato il torneo per 14 edizioni per la nota vicenda
degli insulti razzisti ed è tornata a disputarlo nel 2015. “E’
stato incredibile – ha detto una sorridente Williams a fine
partita -. Dopo oltre un anno e un parto, sono tornata nel mio
habitat naturale e sono davvero felice. Sono stata molto
contenta di aver vinto questa partita proprio l’8 marzo e
dedico questo successo a tutte le donne. Sono soddisfatta,
non è stato per niente facile
. Devo ancora migliorare in
tanti aspetti, ma adesso mi godo questa vittoria: farò del mio
meglio anche nei prossimi giorni”. Già al secondo turno, Serena
è attesa da un test molto più probante, quando affronterà
l’olandese Kiki Bertens, testa di serie numero 29 del
tabellone. 



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here