Un Federer da record ma senza gli acuti visti nel turno
precedente contro Krajinovic si qualifica per i quarti di
Indian Wells per la 12^ volta in carriera
, battendo 7-5,
6-4 in un’ora e 22′ di gioco il francese Jeermy Chardy
,
numero 100 del ranking mondiale e giustiziere al secondo turno
dell’azzurro Fabio Fognini. Pur senza entusiasmare, il Re ha
portato a casa un match complicato grazie a un incredibile
44/49 di punti in battuta (90%), compreso un irreale 25/25
sulla prima
. Si tratta della quinta volta che Roger vince
una partita senza perdere nemmeno un 15 sulla prima di
servizio. Il cinque volte campione del Masters californiano
migliora il suo record in questo 2018 portandolo sul
15-0 (tutte vittorie sul veloce), con uno straordinario
36-3 nel computo totale dei set. In caso di semifinale, che gli
garantirebbe la permanenza al numero 1 del ranking ATP,
Federer farebbe segnare la miglior partenza stagionale dal
2006 (16-0)
, quando aveva appena 24 anni. Roba da matti…
“Sarebbe fantastico – ha spiegato lo svizzero dopo il successo
con Chardy -. Ma ogni anno è sempre differente. Questa volta ho
trovato subito il mio ritmo, anche se devo dire che in
Australia trovo spesso delle giornate positive. A Melbourne è
andato tutto bene, così come a Rotterdam. Sono stato felice di
aver vinto il torneo in Olanda, il mio obiettivo non era solo
raggiungere la semifinale per tornare numero 1 del ranking.
Anche qui a Indian Wells sto bene, sono riuscito a vincere
già 3 partite di fila, in un torneo dove ogni match è
complicato
“. Chardy ha in effetti giocato molto bene,
servendo con ottime percentuali (67% sulla prima) e cancellando
tre dei cinque break points avuti dal Maestro, che ha comunque
strappato il servizio all’avversario in maniera chirurgica,
ovvero nell’undicesimo game del primo set e nel nono del
secondo. 

Ora la sfida con Chung

Per Federer si tratta della vittoria
numero
 60 in California. Il 36enne di
Basilea, tornato il mese scorso numero uno del mondo, è a
caccia del suo 6° nel deserto californiano dopo quelli dal 2004
al 2006, nel 2012 e nel 2017. Federer, in questa stagione
vincitore agli Australian Open e Rotterdam con 97 i trofei in
bacheca, deve raggiungere almeno le semifinali per rimanere sul
trono mondiale e non lasciare la prima piazza al rivale Rafa
Nadal. Roger se la vedrà ai quarti con Hyeon Chung.
Il coreano, testa di serie numero 23 del tabellone, ha superato
6-1, 6-3 Pablo Cuevas. Attenzione però al match pazzo andato in
scena a Indian Wells, con l’uruguaiano capace di annullare 7
match point a Chung in un sesto gioco durato quasi 17′. Uno
solo il precedente tra Chung e Federer
, andato in scena
appena un paio di mesi fa nella semifinale degli Australian
Open
, quando il Next Gen coreano si ritirò sotto 6-1, 5-2,
lasciando campo libero al Re, che si prese il 20° Slam della
carriera nella finale con Cilic. 



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here