La finale più attesa va in scena a Indian Wells,
primo Masters 1000 della stagione (diretta esclusiva e in alta
definizione su Sky Sport 2 HD). In campo Roger Federer,
prima testa di serie del seeding e Juan Martin Del
Potro
, numero 8 del ranking ATP. Si affrontano i due
giocatori più in forma del momento: Roger è reduce da 17
vittorie consecutive, miglior partenza di sempre per il 36enne
di Basilea. Niente male anche il record di Palito, vincitore ad
Acapulco e in striscia positiva da 10 partite. Sono
ben 24 i precedenti tra Federer e Del Potro, con
Roger che conduce 18-6 (di cui tre dei quattro incroci del 2017
e 13 dei 19 giocati sul veloce), ma con il sudamericano che
domina 3-2 negli incroci che valevano un titolo, compresa la
finale degli US Open del 2009. 

Roger l’imbattuto a caccia del sesto sigillo

Lo svizzero ha conquistato contro Coric il 17° successo
consecutivo di questo straordinario 2018, battendo il
record come miglior partenza di 16-0 del lontano 2006
,
quando aveva appena 24 anni. Il Maestro di Basilea vuole il
sesto successo a Indian Wells dopo quelli dal 2004 al
2006, nel 2012 e nel 2017. Federer, 97 trofei e vincitore in
questa stagione degli Australian Open e del torneo ATP di
Rotterdam, allunga la striscia di questo 2018 a 40-4 in quanto
a set vinti e porta a 62 i successi conquistati a
Indian Wells
. A livello Masters 1000 Federer è a
quota 27 successi così suddivisi: 5 Indian
Wells (2004, 2005, 2006, 2012 e 2017), 3 Miami (2005, 2006 e
2017), 4 Amburgo (2002, 2004, 2005 e 2007), 3 Madrid (2006,
2009 e 2012), 2 Open del Canada (2004 e 2006), 7 Cincinnati
(2005, 2007, 2009, 2010, 2012, 2014 e 2015), 2 Shanghai (2014 e
2017) e 1 Parigi-Bercy (2011). Meglio dello svizzero troviamo
solo Novak Djokovic e Rafa Nadal con 30 Masters 1000
vinti. Complessivamente per Roger si tratta della 147^
finale della carriera
, con una percentuale di vittorie del
66%. Lo scorso anno, Federer è riuscito per la terza
volta nell’accoppiata Open d’Australia-Indian Wells
, ossia
il successo nei primi due grandi tornei della stagione. Nel
2004 battè Marat Safin a Melbourne e Tim Henman a Indian Wells,
nel 2006 Marcos Baghdatis all’Open d’Australia e James Blake in
California e lo scorso anno Rafael Nadal a Melbourne e Stan
Wawrinka a Indian Wells. Solo Novak Djokovic è riuscito per 4
volte a fare il bis (2008, 2011, 2015 e 2016). Gli altri sono
stati Jim Courier nel 1993, Pete Sampras nel 1994, Andre Agassi
nel 2001 e Rafael Nadal nel 2009. Lo svizzero detiene anche il
primato di successi a Indian Wells al pari di Novak Djokovic a
quota 5, quello di finali giocate (8) e di match disputati
(72).

Del Potro contro il tabù Masters

Quella contro Federer sarà la seconda finale a Indian
Wells
dopo quella persa nel 2013 contro Nadal, la quarta in
un Masters 1000, categoria di tornei dove il gigante di Tandil
va ancora a caccia del primo titolo, avendo perso anche
le finali di Montreal nel 2009 con Murray e di Shanghai nel
2013 contro Djokovic. Con il successo ottenuto in semifinale
contro Raonic, Delpo è diventato il secondo argentino
nella storia a conquistare 400 vittorie da
professionista
dopo Vilas (irraggiungibile a quota 929).
Numero 8 del ranking e sesta testa di serie del tabellone, Del
Potro giocherà la 32^ finale in carriera, la terza in questa
stagione dopo quella persa a gennaio ad Auckland contro
Bautista Agut e quella vinta un paio di settimane fa ad
Acapulco battendo Anderson. Sono 21 i titoli, con una
percentuale di vittoria del 67%. 



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here