Colpo Shapovalov, a fatica Zverev. Bene Querrey

Missione compiuta per Alexander Zverev, numero 4 del
seeding, che supera con grande fatica il russo Medvedev. Il
19enne di Amburgo subisce il break già al 6° game, ma da quel
momento in poi cambia marcia e ne conquista quattro in fila,
portando a casa con una certa tranquillità il primo set.
Nettamente al di sotto delle proprie possibilità è invece il
secondo parziale, con Medvedev che riequilibra la situazione
con un comodo 6-1. Il terzo set infine, così come la partita, è
equilibratissimo e nessuno dei due cede il proprio servizio. Si
va così al tie break dove prevale la maggior qualità del
tedesco che chiude con il 7-6. Zverev se la vedrà ora con
Ferrer che ha vinto in scioltezza 6-2 6-2 contro
Donskoy. Senza difficoltà anche il 2-0 rifilato da
Berdych a Nishioka, mentre avvincente è la sfida tra
Tiafoe ed Edmund, durata circa due ore e mezza. Alla
fine è l’americano a spuntarla con due set vinti al tie break,
dopo il momentaneo 1-1. Successo in rimonta invece per
Coric che ha eliminato l’argentino Meyer. Il numero 45
al mondo parte bene e conquista al tie break il primo parziale.
Nel secondo e terzo set paga però troppi doppi falli (10 totali
nel match) e non riesce mai a effettuare il contro break contro
il tennista croato che infligge un 6-3 e un 6-4.

Continua la sua ascesa anche il 18enne Denis Shapovalov
che ha dominato e battuto 6-1 7-5 Dzumhur, teste di serie
numero 24. Il canadese concede all’avversario appena due punti
nei primi tre game, poi conquista un altro break e chiude il
primo set. Più equilibrato il secondo parziale, dove si assiste
a una serie di break e controbreak. Al game del possibile 6-6
il bosniaco crolla e consegna il passaggio del turno. La
prossima sfida opporrà Shapovalov a Querrey, uscito
vincitore 7-6 6-1 nello scontro con Albot. Avvio in salita per
l’americano, costretto a regalare subito un break. Il numero 14
al mondo risponde immediatamente con un controbreak e da lì in
poi conduce l’incontro, sebbene il primo set duri 49 minuti
rispetto ai 22 del secondo parziale. Obiettivo qualificazione
centrato anche per Khachanov che ha sconfitto 7-5 6-3
Copil. Il primo set è molto equilibrato e diventa davvero
emozionante sul 6-5 a favore del russo, a cui vengono annullate
tre palle break, prima di salvare in altrettante volte il game
e alla fine chiudere il 7-5. Partenza negativa invece nel
secondo parziale, ma alla fine la differenza tecnica viene
fuori e Khachanov vince la sfida. Successo per 2-1 infine per
Verdasco, prossimo avversario del sorprendente Kokkinakis. Il
numero 31 del tabellone cede un paio di break nella parte
iniziale del match, ma poi non sbaglia più niente e lascia
appena due game a Garcia-Lopez negli ultimi due set.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here