E’ sempre Fedal, anche quando i protagonisti sono lontani dai
campi e l’ultimo incrocio risale al 2017. La sfida tra Rafa
Nadal e Roger Federer si sposta dal terreno di gioco alle sale
computer dell’ATP, dove i due tennisti più forti di sempre si
daranno battaglia a colpi di matematica. Il maiorchino ha
ufficialmente scalzato lo svizzero in vetta alla graduatoria
dopo l’eliminazione di quest’ultimo al secondo turno di Miami.
Il tutto mentre Rafa era a casa a curare i guai fisici che lo
hanno tenuto lontano dai tornei dagli Australian Open. Per
Nadal è la settimana numero 168 in vetta al ranking:
davanti a lui troviamo solo Federer (309), Pete
Sampras (286), Ivan Lendl (270), Jimmy
Connors (268), Novak Djokovic (223) e McEnroe
(170). Si tratta del terzo avvicendamento da inizio 2018
(l’ultima volta era il 2001, quando Gustavo Kurten iniziò
l’anno da numero 1 del mondo, poi il 29 gennaio fu superato da
Marat Safin che ripassò la corona al brasiliano il 26 febbraio
per poi riprendersela il 2 aprile,) con Roger che era tornato a
riassaporare la prima piazza dopo il trionfo di Rotterdam.
Il Maestro paga i 2000 punti che doveva difendere tra Indian
Wells e Miami
, troppi visto lo stato di forma non
eccellente. Nadal si è ripreso il trono stando seduto
comodamente davanti alla televisione, come era già accaduto nel
2003 a Lleyton Hewitt il 12 maggio 2003. Ora però potrebbe
pagare dazio alla stessa maniera a Federer, che ha già
annunciato il forfait per tutta la stagione sulla terra rossa,
Roland Garros compreso. 



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here