Il “Mutua Madrid Open”, quarto ATP Masters 1000
stagionale, in corso sulla terra rossa della Caja Magica,
sceglie oggi i quattro semifinalisti. Tutte le sfide dei
quarti di finale sono in diretta e in esclusiva su Sky Sport
HD

La sorpresa Lajovic contro Anderson

I quarti di finale si aprono con la sfida tra Dusan Lajovic
e Kevin Anderson
. Il serbo, numero 95 Atp, passato
attraverso le qualificazioni, sta vivendo una delle settimane
più belle della sua carriera: dopo aver estromesso il russo
Karen Khachanov, numero 38 della classifica mondiale, e il
francese Richard Gasquet, numero 29 Atp, si è tolto la
soddisfazione di superare in rimonta, anche Juan Martin Del
Potro, quarta testa di serie del seeding, staccando per la
prima volta in carriera il pass per un quarto di finale di un
1000. Lajovic troverà dall’altra parte della rete il
sudafricano Kevin Anderson, numero 8 del ranking e settimo
favorito del torneo, che ha raggiunto per la prima volta i
quarti a Madrid. Anderson si è aggiudicato l’unico precedente
con Lajovic, lo scorso anno al primo turno a Miami.

Il match clou: Nadal-Thiem

Dopo aver sofferto più del solito nel match vinto con
Schwartzman, Rafa Nadal entra di gran carriera in questi
quarti di finale a Madrid. La vittoria contro l’argentino è la
numero 21 consecutiva sulla terra senza concedere un set: sono
50 ora quelli conquistati di fila dal maiorchino, che ha
battuto il record di set vinti consecutivamente su una
stessa superficie
, migliorando la striscia di 49 che
apparteneva a John McEnroe (1984 sul veloce). Le cifre sul
rosso del campione di Manacor, che ha calato l’”undecima” sia a
Montecarlo che a Barcellona, portando a 77 i trofei in carriera
(su 113 finali), sono sempre più impressionanti: 38 successi
(403 quelli in carriera) a fronte di una sola battuta d’arresto
nelle ultime due stagioni. L’ultimo stop di Nadal sulla terra
risale infatti agli Internazionali d’Italia dello scorso anno,
proprio per mano di Dominic Thiem, colui che si troverà
di fronte oggi. L’austriaco, numero 7 del ranking mondiale e
quinta testa di serie, sfiderà per la nona volta in carriera
Nadal, avanti per 6-2 nel bilancio degli head to head:
l’ultimo è la lezione inflitta nei quarti a Monaco (6-0,
6-2) poche settimane fa. Rafa è alla sua 16^ partecipazione a
Madrid dove insegue il sesto trionfo dopo quelli nel 2005,
2010, 2013-2014 e lo scorso anno, che gli garantirebbe di
rimanere sul trono mondiale. 

Edmund-Shapovalov, il nuovo che avanza

Largo ai giovani nel terzo quarto di finale, che vedrà opposti
Denis Shapovalov e Kyle Edmund. Il canadese, numero 43
Atp, ha appena eliminato il suo idolo di gioventù nonchè
connazionale Milos Raonic. Ora il Next Gen si troverà di fronte
Kyle Edmund, numero 22 del ranking, che dopo aver imposto l’alt
a Novak Djokovic, ha raggiunto per la prima volta i quarti in
un “1000” eliminando con un doppio 63 anche David Goffin,
numero 10 ATP e ottava testa di serie. Sarà la quarta volta in
meno di un anno e mezzo che i due si trovano di fronte (il
primo incrocio fu quello in Coppa Davis concluso dalla
squalifica del canadese per aver colpito con la pallina
l’arbitro di sedia): la situazione è in perfetta parità sul
2-2
, dopo che Edmund l’ha spuntata a Brisbane, rispondendo
alle affermazioni di Shapovalov agli US Open e al Queen’s.

Sascha Zverev, contro Isner per continuare a sognare

Scendendo nella parte bassa del tabellone, procede spedita la
corsa di Alexander Zverev, numero 3 della classifica
mondiale e secondo favorito del seeding. Il 21enne tedesco,
reduce dal trionfo bis a Monaco, non ha avuto problemi con
l’argentino Leo Mayer, liquidato in poco più di un’ora. Il
leader Next Gen nei quarti ritroverà lo statunitense John
Isner,
numero 9 della classifica mondiale e settima testa
di serie, reduce dal successo con triplo tie-break contro
l’uruguaiano Pablo Cuevas. Sarà la rivincita della finale di
Miami
, che ha visto l’americano festeggiare il primo trofeo
“1000” in carriera, superando Zverev dopo tre sconfitte. 



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here