VIRTUS ENTELLA-ASCOLI 0-0

IL TABELLINO

Virtus Entella (4-2-3-1): Paroni; De Santis,
Pellizzer, Ceccarelli (55′ Cremonesi), Aliji; Troiano, Crimi;
Gatto (75′ De Luca), Aramu, Eramo (64′ Icardi); La Mantia.
All.: Volpe
Ascoli (3-5-1-1): Agazzi; Padella, Mengoni,
Gigliotti; Mogos, D’Urso, Kanouté, Bianchi (90′ Baldini),
Pinto; Clemenza (75′ Varela); Monachello (82′ Rosseti). All.:
Cosmi.

La partita

Due gare per decretare la quarta retrocessione di questo
campionato di serie B, centottanta minuti per decidere chi tra
Virtus Entella e Ascoli accompagnerà in C Ternana, Pro Vercelli
e Novara. Si comincia questa sera con la prima sfida in casa
dei liguri, visto il peggior piazzamento al termine della
regular season che, in caso di completa parità, determinerebbe
la retrocessione degli uomini di Volpe. Dopo il doppio 1-1
maturato nelle due gare di campionato, Entella e Ascoli tornano
ad affrontarsi con in palio una posta ben più importante,
situazione che rende le due squadre poco aggressive in avvio di
partita. A prendere subito in mano il pallino del gioco ci
provano gli uomini di Cosmi, reduci da un ottimo finale di
campionato caratterizzato da quattro vittorie, quattro pareggi
e due sole sconfitte. Pinto prova a rendersi pericoloso dalle
parti di Paroni, ma la difesa di casa fa buona guardia.
Dall’altra parte, la prima occasione da gol capita sui piedi di
La Mantia, che non riesce però ad impensierire Agazzi. Intorno
al quarto d’ora di gioco, Kanoute si costruisce l’opportunità
più ghiotta del match, calciando in porta da dentro l’area di
rigore. La conclusione è forte ma centrale, così Paroni può
sventare la minaccia. Pellizzer prova a rispondere di testa,
senza creare pericoli ai bianconeri. Gli animi si scaldano alla
mezz’ora, a farne le spese sono Bianchi e Gigliotti, finiti
entrambi sul taccuino dell’arbitro per due interventi duri nei
confronti di Aliji. L’Entella sembra più in palla e costruisce
altre due opportunità senza però bucare Agazzi. Sia Troiano che
La Mantia si fanno trovare pronti all’appuntamento con i cross
di Gatto, ma in entrambe le occasioni la palla finisce
lontanissima dalla porta dell’Ascoli. Al quarantesimo arriva la
prima ammonizione anche per i padroni di casa, è Eramo a
ricevere il giallo per un intervento da dietro su Kanoute. Allo
scadere del primo tempo ci provano gli uomini di Cosmi a
sbloccare la partita, Clemenza però non angola bene la
conclusione e si fa murare da Paroni. 

Secondo tempo

Nessun cambio per i due allenatori durante l’intervallo, Virtus
Entella e Ascoli tornano in campo con gli stessi ventidue della
prima frazione di gioco. Trascorrono dieci minuti, però, e
Volpe è costretto ad operare la prima sostituzione a causa
dell’infortunio di Ceccarelli. Il numero cinque dei padroni di
casa non riesce a continuare, lasciando il posto a Cremonesi.
L’Ascoli prova ad alzare il ritmo per trovare il gol di
vantaggio, il solito Clemenza tenta di sorprendere Paroni, ma
la deviazione di un difensore biancoazzurro regala l’angolo
agli ospiti. Volpe prova a mischiare le carte in tavola
operando il secondo cambio, dentro Icardi e fuori Eramo per i
liguri a cui il pareggio serve davvero a poco. Sono sei i
precedenti tra le due squadre con lo score totalmente in
parità: due vittorie per l’Entella, due per l’Ascoli e due
segni X. Curioso è che le vittorie sono sempre arrivate nelle
gare casalinghe, con tre punti proprio alla squadra di casa.
Sulla scia di questa statistica, i padroni di casa provano a
sbloccare il risultato, con il neo entrato Icardi che scaglia
verso la porta un destro velenoso che Agazzi respinge in
angolo. Sugli sviluppi del corner, Gatto tenta di pescare il
jolly in mischia, ma la difesa bianconera non si fa
sorprendere. Ad un quarto d’ora dal termine del match, Volpe si
affida a De Luca richiamando in panchina Gatto, mentre Cosmi
lancia Lores Varela al posto di un propositivo Clemenza.
Proprio il numero dieci degli ospiti si rende subito pericoloso
con un velenoso traversone, intercettato sul più bello da
Aliji. Il ritmo resta alto anche nel finale di gara, l’Ascoli
non accenna a diminuire il pressing e l’Entella prova a colpire
in velocità, andando vicinissima al vantaggio con Aliji. Il
numero tre biancoazzurro raccoglie una palla vagante al limite
dell’area e calcia verso la porta di Agazzi, ma il palo gli
nega la gioia del gol. Evitato il peggio, i bianconeri chiudono
ogni varco difendendo il pareggio, un risultato positivo che
permette agli uomini di Cosmi di avere al ritorno due risultati
su tre per evitare la retrocessione.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here