Beckham cuore blanco. Ma certamente anche un po’ rosso,
inteso però come quello dei Red Devils di Manchester, e
non certo dei Reds che per undici anni della sono stati
suoi rivali. “Voglio soltanto augurare a Zidane, al presidente
e tutti i giocatori buona fortuna nella finale di Champions e…
please beat Liverpool, please!“. Traduzione forse non
necessaria: “Per piacere, battete il Liverpool, vi prego!”.
Zizou e Becks sono seduti su due sgabelli, immagini in bianco e
nero e una conversazione di cinque minuti pubblicata sul canale
ufficiale YouTube del Real Madrid. Tema della chiacchierata? La
finale, e l’incredibile rapporto che gli spagnoli hanno con la
coppa più prestigiosa d’Europa. In quell’augurio finale di
Becks ci sono i suoi quattro anni a Madrid, dove ha vinto con
quei Galacticos anche di Zidane soltanto un campionato.
Ma anche gli anni di inizio carriera, esplosione e
consacrazione al Manchester United, eterni rivali proprio del
Liverpool avversario di Zizou nella finalissima. “Ci sono certi
club che hanno legami speciali con alcune competizioni – ha poi
proseguito Beckham – il Real è una di queste. Quando giochi c’è
sempre un’atmosfera diversa. Non sai quanto pesa quella maglia
bianca finché non la indossi”. E su Zidane: “Il suo momento più
bello in coppa? Quel gol in finale nel 2002: fantastico”. 



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here