Prima vigilia da Ct per Roberto Mancini, con l’Italia che
affronterà lunedì l’Arabia Saudita in amichevole, a San Gallo.
Gli azzurri sono arrivati in Svizzera e l’allenatore, insieme a
Leonardo Bonucci, ha parlato in conferenza stampa: “Le
sensazioni sono buone perché abbiamo passato tre giorni insieme
e i ragazzi si sono applicati nonostante la stanchezza di fine
campionato, che è un fattore importante. Abbiamo lavorato e ci
siamo divertiti – ha aggiunto Mancini – è la prima partita e
quindi sarebbe importante iniziare bene. La formazione? Ancora
non la so, ve la darò prima della prossima partita. In porta
però ci sarà Donnarumma. Balotelli? Vedremo se gioca contro
l’Arabia Saudita o in Francia, lui ha i tifosi del Nizza lì. Al
di là di questo, Mario è un giocatore italiano che spero possa
darci qualcosa di buono anche per il futuro, è ancora giovane.
Dipende tutto da lui, se sarà in forma e giocherà come sa,
allora non ci saranno problemi”. Il passato va dimenticato,
Mancini guarda solo al futuro: “Quando le cose vanno così male
non è mai colpa solo di una persona (Ventura, ndr), sarebbe
troppo semplice. Ora dobbiamo pensare al futuro, l’importante è
che i ragazzi siano spensierati e giochino al calcio, anche
facendo degli errori o concedendo qualcosa. Divertirsi e
giocare è la cosa più importante in queste tre partite”.

Bonucci: “La fascia di capitano? Responsabilità
importante”

Sarà una partita speciale anche per Leonardo Bonucci, scelto
come capitano del nuovo corso azzurro: “Una responsabilità
importante, sono il più vecchio che deve essere da esempio per
i tanti giovani. Balotelli? L’ho trovato cambiato rispetto al
passato, è maturo. Ho visto grande partecipazione, voglia ed
entusiasmo da parte di tutti: sono basi importanti per
cominciare un ciclo”. Ancor più nello specifico, sulla fascia
di capitano, Bonucci ammette: “Essere il capitano della
Nazionale è ancora più pesante, ma è un peso che mi porto con
gioia e con onore, è il sogno di tanti bambini arrivare a
indossare questa maglia e diventare il capitano. Voglio
dimostrare di essere all’altezza della situazione, voglio
essere da esempio, come ho fatto e come farò per il Milan. Per
me, per gli italiani e per i giovani che sono all’inizio di
questa avventura”.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here