Russia 2018… ci siamo! Chiusa ufficialmente la stagione per
club, con l’ennesimo trionfo del Real Madrid nella finale di
Champions League contro il Liverpool, può finalmente iniziare
il lungo countdown verso i Mondiali. E in attesa di vedere i
veri Cristiano Ronaldo, Neymar, Messi e tutti gli altri
campioni che si sfideranno in campo, gli appassionati di
videogame potranno divertirsi con la versione FIFA di Russia
2018. La EA Sports è pronta a rilasciare l’aggiornamento del
famoso gioco che ha conquistato il mondo. Esattamente vent’anni
dopo FIFA World Cup ’98, primo videogame dedicato i Mondiali
rilasciato per celebrare il torneo che si disputò in Francia.
Anche quest’anno, però, la EA Sports ha deciso di non dividere
i giochi, non creando quindi una versione a parte di FIFA World
Cup ma rilasciando un aggiornamento gratuito per FIFA 18. Così,
tutti gli appassionati che nel corso della stagione hanno
giocato con il famoso videogame, potranno vivere l’esperienza
di Russia 2018 con la nuova DLC dedicata ai Mondiali.

Le modalità di gioco

Un’esperienza realistica, un po’ come quella che i calciatori
vivranno in Russia. FIFA 18 regalerà agli appassionati varie
modalità di gioco, partendo ovviamente dall’inserimento di
tutte e 32 le nazionali che parteciperanno ai Mondiali. Poi ci
saranno i 12 stadi che ospiteranno la manifestazione, così come
il torneo FIFA World Cup e le amichevoli online FIFA World Cup
Kick-off. E non poteva mancare l’aggiornamento dedicato alla
funzione Ultimate Team, straordinaria modalità di gioco che in
tutta la stagione sportiva coinvolge un gran numero di utenti
in tutto il mondo. Per l’occasione, verranno rilasciati nuovi
calciatori in versione Mondiale.

Le Icon

Mondiali in FUT? Sì, ma non potevano mancare le Icon. Che cosa
sono? Nella modalità Ultimate Team i players sono chiamati a
costruire una squadra facendo attenzione alle intese, che si
rafforzano inserendo calciatori della stessa nazionalità, dello
stesso campionato e, ancor di più, della stessa squadra. Da
qualche anno, oltre ai normali calciatori ancora in attività e
alle loro eventuali carte rafforzate a seconda delle
prestazioni nella realtà, sono state introdotte le carte
dedicate alle Icon. Calciatori del passato, leggende che è
possibile utilizzare in tre versioni diverse che ripercorrono
le tappe della carriera. Ad esempio c’è una versione più
giovane di Ronaldinho, quello che nel 2002 vinceva il Mondiale
con il Brasile; poi c’è il Ronaldinho del 2010, quello del
Milan; infine la versione più potente di Ronaldinho, quello che
nel 2004 dominava il mondo con il Barcellona. Lo stesso vale
per altre vecchie glorie del passato, come Maradona, Pelè, Del
Piero, Ronaldo, Rui Costa, Petit, Bergkamp, Henry, Vieira,
Desailly, Rio Ferdinand, Puyol, Zanetti, Maldini, Nesta,
Shevchenko e molti altri. Nel gioco questi calciatori fanno
media intesa (quella gialla) con tutti i calciatori del gioco e
fanno massima intesa (quella verde) tra di loro e con giocatori
della stessa nazionalità. Sono quindi dei veri e propri jolly,
che permettono di abbinare la qualità alla possibilità di
variare grazie a queste intese.

Quali icon saranno presenti in FIFA World Cup?

E anche nella versione FUT dei Mondiali saranno presenti le
icon, calciatori che nella loro carriera si sono
contraddistinti in questa competizione. Non ci sarà nessuna
vecchia leggenda italiana, considerando che la Nazionale
azzurra non si è qualificata per la Russia. Presenti alcuni ex
calciatori che già erano stati inserite tra le icon classiche e
che saranno rilasciati anche in versione Mondiale. Da Henry a
Maradona, passando per Ronaldo, Ronaldinho, Puyol, Rui Costa,
Yashin e Matthaus. Poi ci saranno Bobby Moore, Luis Hernandez,
Deco, Okocha, Lineker e Blanc. Infine sono presenti altre due
carte a sorpresa. La prima sarà quella di Miroslav Klose, che è
a sorpresa fino a un certo punto: il tedesco è il calciatore ad
aver segnato di più ai Mondiali, ben 16 gol, e merita questo
riconoscimento. L’altra è quella di Hidetoshi Nakata: questo
probabilmente per inserire anche un calciatore asiatico, l’ex
Roma ha preso parte a tre Mondiali segnando anche una tripletta
nella gara decisiva per la qualificazione a Francia ’98 contro
l’Iran. Tra campioni del presente e leggende del passato: in
arrivo l’aggiornamento FIFA per i Mondiali, con le icon a
rendere ancor più affascinante la modalità di gioco Ultimate
Team.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here