Continua la preparazione del Palermo di Roberto Stellone che
attende di tornare in campo per giocarsi i playoff e continuare
così lassa rincorsa alla promozione in Serie A. Quest’oggi la
squadra ha svolto una seduta d’allenamento pomeridiana che ha
proseguito così il percorso d’avvicinamento alla semifinale
d’andata dei play-off. Come si legge sul sito ufficiale del
club, i rosanero hanno svolto, allo Stadio ”Renzo Barbera”, i
consueti lavori di attivazione seguiti da un test in famiglia.
Lavoro differenziato programmato per Radoslaw Murawski,
riatletizzazione e fisioterapia per Ivaylo Chochev, Igor
Coronado, Andrea Ingegneri, Slobodan Rajkovic, Gabriele Rolando
ed Aljaz Struna. I rosanero torneranno in campo nella giornata
di domani per una seduta a porte chiuse. Dopo il lavoro sul
campo, lo stesso allenatore si è presentato in conferenza
stampa per fare il punto sulla squadra in vista dell’importante
appuntamento che attende il gruppo. Queste le dichiarazioni di
Roberto Stellone.

L’allenatore in conferenza

“Dopo la prima partita capiremo se il rinvio è stato un bene o
un male – ha detto – abbiamo lavorato bene e dovremmo
recuperare alcuni giocatori infortunati, abbiamo ancora qualche
giorno per mettere benzina nelle gambe prima del 31 quando poi
prenderemo un giorno di pausa. Abbiamo lavorato molto
sull’aspetto tattico, mentale e fisico, poi le partite ci
diranno tutto. Abbiamo cercato di fare una settimana tipo,
infatti domani faremo un’amichevole contro la Primavera per
mettere minutaggio nella gambe. Spero di avere più giocatori
possibili a disposizione per avere più scelta sia nell’undici
iniziale sia a gara in corso. La bravura dei giocatori mi
permette di non avere un modulo fisso in testa, ma di poter
cambiare a seconda delle esigenze. Come per la difesa a quattro
che è una mia idea, ma dipende dall’avversario che abbiamo di
fronte. Le avversarie? Il Venezia è una squadra quadrata che ha
giocato quasi sempre con lo stesso modulo e che vive
l’entusiasmo della doppia promozione, una squadra che ha fatto
più punti di tutte. Il Perugia è partito benissimo per poi di
cambiare due volte allenatore, ora c’è Nesta che porterà
entusiasmo e vedremo se cambierà modulo. Detto questo cambia
poco perché noi siamo il Palermo e dobbiamo pensare solo a noi
stessi cercando di vincere senza fare calcoli”.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here