Primo anno col VAR, una delle più grandi rivoluzioni nel mondo
del calcio, di cui l’Italia può fregiarsi di essere tra i primi
promotori nell’utilizzo degli arbitri assistenti in video.
Nicola Rizzoli ha tracciato un bilancio, in un’intervista
rilasciata a Sky Sport a Napoli, dove ha partecipato ad un
convegno sul tema all’università Federico II. “Abbiamo fatto un
sacco di esperienza in questa stagione, e questo dà la
possibilità di capire tante cose, ma non il lato umano. Quando
non c’è nessuno che ti ascolta e quindi lo fai offline, sei
molto più scarico come tensione. Le prime volte che invece
l’abbiamo fatto online se ne percepiva molta di più.
Nell’inesperienza, la gestione della dimensione nervosa è
importante e gli arbitri col tempo hanno saputo adattarsi a
questa situazione” ha spiegato il designatore della CAN A. Di
certo le critiche non sono mancate, e lo stesso Rizzoli ha
ammesso un comportamento non perfetto: “Qualche errore è stato
fatto, a cui è seguita qualche polemica strumentale, ma la cosa
più positiva è il messaggio che è uscito da questo campionato:
oltre ad essere stato avvincente fino alla fine, si è offerto
un prodotto migliore e più giusto”.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here