Dopo quelle di Hugo Campagnaro, in casa Pescara arrivano anche
le parole di Cesare Bovo. Un desino condiviso quello dei due
difensori, entrambi con un futuro incerto e la voglia di
continuare a giocare ancora – con la maglia del Pescara guidato
da Giuseppe Pillon. Sulle pagine del Messaggero l’ex Torino ha
parlato del suo futuro e delle sue speranze in vista della
stagione che inizierà nelle prossime settimane. “Sicuramente
continuerò a giocare, spero di farlo qui riuscendo a trovare un
accordo. Ho voglia di mettermi in discussione e di riprendermi
tutto quello che ho perso quest’anno, dove è andata male. Per
ora non ho parlato con nessuno, né con la società né con il
mister, ma spero di restare”. Al momento il giocatore è legato
al club biancazzurro da un contratto che sta per scadere, e la
sua volontà sarebbe quella di restare firmando un annuale con
lo stipendio legato alle presenze (simile a quello firmato da
Campagnaro la scorsa estate).

Bovo come Campagnaro, futuro incerto

“Se la società pensa che io possa dare una mano non ci saranno
problemi di alcun tipo a trovare un accordo. Di certo non da
parte mia”, ha poi aggiunto Bovo, come ieri aveva fatto anche
il suo compagno. La sensazione – come riporta proprio Il
Messaggero – è che soltanto uno dei due potrà trovare ancora
stazione nel Pescara, con il club biancazzurro che in vista
della prossima annata dovrebbe puntare sui giovani profili
Gravillon, Perrotta ed Elizalde. I due dovranno innanzitutto
dimostrare di aver definitivamente superato tutti i problemi
fisici e non solo che non hanno permesso loro di essere
protagonisti dell’annata che si è conclusa con la salvezza
raggiunta tra alti e bassi. Tempo di valutazioni per la
società, che dopo aver chiarito il futuro di Pillon (che sembra
destinato a restare a Pescara) dovrà poi concentrarsi su quello
dei suoi calciatori.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here