Si è conclusa con il lieto fine la stagione dell’Ascoli, che
riesce a strappare ai playout una soffertissima salvezza. Non è
bastata la rincorsa finale ai bianconeri per evitare gli
spareggio, dopo 42 partite ci sono voluti 180 minuti contro la
Virtus Entella per ottenere l’obiettivo di quest’anno. Ma alla
fine i bianconeri, grazie a un doppio 0-0, possono festeggiare,
per la gioia di Serse Cosmi: “Sono felicissimo – ha dichiarato
l’allenatore a Sky Sport – Qui il calcio è qualcosa di unico,
si vive un maniera allucinante. Abbiamo giocato tutte le
partite come se fossero le ultime, sotto l’aspetto psicologico
è stato complicato visti anche i problemi della rosa. E’ stata
una salvezza miracolosa. Rinnovo automatico? Non sono contento
per questo, ma per la gioia della gente che è venuta allo
stadio”.

“Volevo entrare nella storia dell’Ascoli”

“Ho scelto Ascoli perchè mi piacciono le piazze con storia e
tradizione, con qualcosa di forte da difendere – prosegue –
Volevo entrare nella storia di questa società. Il momento
chiave della salvezza è stata la vittoria di Pescara, ma tutte
le partite le abbiamo giocate come se fossero delle finali.
Sono contento per l’Ascoli, ora penso alla mia squadra. Mi
dispiace per l’Entella, non meritava di retrocedere”.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here