La partita

Il primo tempo è stato tutto sommato equilibrato, con i croati
che hanno gestito brillantemente la palla senza timori
reverenziali degli avversari. Nonostante la buona manovra però
hanno fatto fatica a colpire la difesa verdeoro, se non con un
colpo di testa di Lovren che non ha trovato lo specchio della
porta. Il Brasile non è riuscito a sua volta quasi mai a
impensierire Subasic, ma ha avuto il merito di costruire
l’occasione più pericolosa del primo tempo, con l’assolo di
Coutinho che ha portato al tiro del brasiliano, sfortunato nel
cogliere in pieno la traversa
. L’attesa però era tutta
concentrata per la ripresa. Al rientro dagli spogliatoi
infatti c’era subito Neymar in campo che ha preso il posto di
Fernandinho
. L’attaccante del Psg, uomo simbolo della
Seleçao nel prossimo Mondiale, ha mostrato subito la confidenza
dei giorni migliori con il pallone producendo il primo
tentativo della seconda frazione di gioco, troppo centrale per
sfogare la gioia di questo personale e importante traguardo.
Poi però, passati 24 giri di orologio, è riuscito a bagnare il
suo ritorno dopo oltre tre mesi con la rete bellissima
dell’1-0. Neymar ha raccolto palla sul vertice dell’area di
rigore, ha puntato Vrsaljko, si è infilato tra il terzino
dell’Atletico Madrid e il suo compagno in arretramento e poi ha
scaricato un violento destro sotto la traversa
. Il
vantaggio ha caricato la Nazionale di Tite che ha sprecato il
raddoppio con Willian e Firmino, ma in pieno recupero il
centravanti del Liverpool ha trovato il gol che ha chiuso
l’incontro
. Fernandinho lo ha pescato in verticale in
posizione regolare e l’ex Hoffenheim si è difeso alla grande
dalla carica del difensore croato e ha realizzato il 2-0 con un
lob alle spalle del portiere.

TABELLINO

Brasile (4-3-3): Alisson; Danilo, Thiago Silva, Miranda
(65′ Marquinhos), Marcelo (60′ Filipe Luis); Paulinho,
Casemiro, Fernandinho (46′ Neymar); Willian (82′ Taison),
Gabriel Jesus (60′ Firmino), Coutinho (81′ Fred).

Croazia (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko (87′ Jedvaj),
Lovren, Corluka (52′ Caleta-Car), Vida; Badelj (61′ Brozovic),
Rakitic (83′ Bradaric); Rebic (64′ Pjaca), Modric (58′
Kovacic), Perisic; Kramaric.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here