SPAGNA-SVIZZERA 1-1

29′ Odriozola (SP), 62′ Rodriguez (SV)

Termina in parità il penultimo test amichevole della Spagna
prima dell’inizio del Mondiale. La Nazionale di Lopetegui,
nel cornice dell’Estadio de la Ceramica di Villarreal, non va
oltre l’1-1 con la Svizzera
, organizzata tatticamente con
cura fin dai primi minuti e che alla fine esce con un pareggio
meritato. Le Furie Rosse sperimentano un po’ la
formazione e mandano in campo alcune seconde linee, trovando il
vantaggio praticamente alla mezz’ora con la splendida
sforbiciata di Odriozola. Il calciatore della Real Sociedad
trova il primo gol in Nazionale alla terza presenza. Non basta
però a sancire la vittoria dei suoi perché nella ripresa è il
milanista Ricardo Rodriguez a ristabilire l’equilibrio con un
tocco facile sotto porta. Nel finale è il legno a negare la
vittoria agli spagnoli sul tentativo di Nacho.

Sblocca Odriozola

Lopetegui parte con il consueto 4-3-3. Azpilicueta agisce da
centrale accanto a Piqué, Odriozola e Jordi Alba sono gli
esterni bassi, con de Gea a salvaguardia dei pali. Koke, Thiago
Alcantara e Iniesta formano la catena di centrocampo, mentre in
avanti Iago Aspas e David Silva giocano in appoggio a Diego
Costa. Anche Petkovic opta per la difesa a 4, con Lichtsteiner
e Ricardo Rodriguez sui lati e la coppia Akanji-Schar a
protezione di Sommer. Zakaria e Behrami danno muscoli e
cervello a centrocampo, mentre il trio offensivo
Shaqiri-Dzemaili-Zuber fornisce supporto all’unica punta,
Seferovic. La gara inizia subito con ritmi elevati: gli
elvetici tentano, con la pressione alta, di frenare il tiqui
taca spagnolo, subito dominatori del possesso palla
. Il
primo brivido arriva dopo meno di tre minuti, con Thiago
Alcantara che cerca di spedire in rete un pallone vagante in
area, ma il portiere si tuffa e gli nega la gioia del gol. La
Svizzera cresce con il passare dei minuti e prova a spaventare
de Gea con la conclusione dalla distanza di Shaqiri, deviata in
angolo. Quando la Spagna riesce ad arrivare ai 16 metri però
servono solo le preghiere per sperare di restare immuni.
Nell’occasione che capita dopo una ventina di minuti, è la
precisione a mancare a David Silva, ben smarcato alle
spalle della difesa, il cui mancino a incrociare non
inquadra lo specchio della porta.
Dzemaili tenta la
reazione, con un’azione simile a quella di Thiago, ma gli
effetti sono se possibile peggiori, con la sfera che termina
alta sulla traversa.

A un minuto dalla mezz’ora gli iberici sbloccano finalmente il
punteggio con una splendida rete: Odriozola riceve un
traversone dal palo opposto di Silva e con il destro al volo
infila la palla nell’angolo basso, dove Sommer non può
arrivare.
La Nazionale di Petkovic non si abbatte e prova
subito a rispondere con un rasoterra di Lichtsteiner per
Seferovic, ma l’ex viola manca l’appuntamento con il gol di un
soffio. Il pressing degli ospiti sorprende gli spagnoli che
tentano la via del raddoppio con i calci piazzati. Su un corner
infatti, è Diego Costa a impattare di testa la sfera e
indirizzarla di poco a lato del palo. L’ultima chance del
primo tempo è di Iniesta
, il cui destro è neutralizzato
dall’estremo difensore svizzero.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here