I mondiali hanno scandito i tempi della nostra vita e
scandiranno i tempi di quelli che verranno”, con questa frase
si apre ogni puntata, firmata da Federico Buffa, del viaggio
all’interno della Storia della Coppa del Mondo.
Appuntamento su Sky Sport 1 HD, ogni giorno, da lunedì 4 a
mercoledì 13 giugno
, alle 13.30 e a mezzanotte. Buffa
racconterà le storie dei personaggi che hanno reso immortale la
Coppa del Mondo: il Grande Uruguay (Uruguay 1930) , Il
Maracanazo (Brasile 1950), Football Back Home (Inghilterra
1966), Italia-Germania 4-3 (Messico 1970), Arancia Meccanica
(Germania 1974), Italia Mundial (Spagna 1982) , Diegooooooooo!
(Messico 1986), Notti Magiche (Italia 1990), Maledetti Rigori
(USA 1994), Blanc Et Noir (Francia 1998) .

#SkyBuffaRacconta 1968 – Roma 50 anni dopo

Domenica 10 giugno, in occasione dell’anniversario dei
50 anni dell’Europeo romano vinto dall’Italia, alle
23.30
andrà in onda #SkyBuffaRacconta 1968 – Roma 50
anni dopo
, conversazione inedita tra Federico Buffa e uno
dei protagonisti di quella vittoria, Picchio De Sisti, a
corredo della mostra “Dreamers. 1968: come eravamo, come
saremo”. Una chiacchierata che ci porta dentro lo spogliatoio
di quella gloriosa formazione guidata da Valcareggi che proprio
quell’anno all’Olimpico tornò in vetta all’Europa dopo 30 anni
di digiuno. Gli episodi e i dettagli che emergono su Rivera,
Burgnich, Facchetti, Domenghini, Mazzola e compagni, sono un
tuffo nella grande storia dello sport italiano.

Infine, la miniserie completa dedicata al 1968 (Parigi,
Berkeley, Mexico City, Praga e Roma) andrà in onda con doppio
appuntamento serale su Sky Sport 1 HD (alle 21 e alle 24) da
lunedì 18 a venerdì 22 giugno.

#SkyBuffaRacconta 1968: Bonus Track

Dalla serie “#SkyBuffaRacconta1968”, le storie inedite di
quattro sportivi le cui vicende personali sono fortemente
legate al 1968. In onda il 18 giugno alle
22 su Sky Sport 1 HD. Bob Beamon: un
salto nella storia per il riscatto di un uomo: Beamon vince
l’oro olimpico nel 1968 con il record del mondo (8.90 m) che
per 21 anni non verrà battuto. Dick Fosbury, la
rivoluzione in un salto: la straordinaria storia del campione
olimpico di salto in alto a Città del Messico 1968. Yao
Ming
: tutto cominciò dai libretti rossi di Mao e
dall’esilio di una guardia più alta del normale. Così il basket
mondiale conoscerà il più forte giocatore cinese di sempre.
Infine, Anton Malatinsky, l’allenatore che dalla
prigione guidò lo sconosciuto Spartak Trnava fino ad affrontare
l’Ajax di Cruijff a un passo dalla finale nella Coppa dei
Campioni.

 



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here