Termina in pareggio l’ultima partita del primo mini-ciclo di
Roberto Mancini: a Torino, contro l’Olanda, è 1-1. Una buona
Italia che trova il gol con Zaza (entrato da poco) al 67′, ma
che resta in 10 appena due minuti dopo a causa dell’espulsione
di Criscito. Negli ultimi 20 minuti, dunque, tanta Olanda e il
pareggio che arriva all’88’ su colpo di testa di Aké. Il Ct
azzurro si è espresso così a fine gara: “L’espulsione? Ho
chiesto alla terna se fossero sicuri, anche perché si trattava
di un’amichevole. Non lo so… Anche perché una vittoria ci
avrebbe fatto comodo per il ranking, ecco perché ho chiesto. Al
di là dell’interpretazione – ha aggiunto Mancini – è stata una
leggerezza enorme da parte nostra. Eravamo affaticati ma dopo
il gol ci eravamo ripresi. Giocare 20′ in dieci è difficile, ma
il primo tempo era stato molto buono”.

“Primo bilancio positivo, c’è entusiasmo per questa
Nazionale”

E’ comunque un Mancini soddisfatto di questo primo impatto in
azzurro: “Dopo 10 giorni è difficile imprimere dei concetti di
gioco, ma ho visto qualcosa di positivo sia stasera che con la
Francia. Importante il contributo dei giovani e degli
esordienti, dobbiamo iniziare a farli giocare. Queste sono le
loro partite, altrimenti non giocheranno mai. I ragazzi hanno
messo impegno, il bilancio di questi giorni è positivo ma
dobbiamo mettere a posto un po’ di cose. C’è ottimismo – ha
concluso Mancini – la gente ha entusiasmo per questa Nazionale
così giovane e questo ci aiuta”.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here