Una vince e una perde. Le squadre impegnate al Mondiale sono
ormai nella parabola discendente della perparazione alla
rassegna in Russia e nel caso di Marocco e Serbia i pensieri
sono contrastanti. La Nazionale dello juventino Benatia vince
in rimonta e batte la Slovacchia per 2-1: al vantaggio
di Gregus rispondono El Kaabi e Belhanda a un quarto d’ora
dalla fine. Buona prova per i marocchini, l’amichevole era
molto importante soprattutto per testare la condizione atletica
in vista del Mondiale. In campo gli “italiani” Benatia
(capitano), Hamsik (suo omologo nella Nazionale slovacca) e
Skriniar, in campo per tutti i 90 minuti.

Serbia ko, in campo Kolarov, Milinkovic e Ljajic

Il Cile (che non sarà in Russia) batte la Serbia a due dalla
fine e dimostra che la mancata qualificazione sta venendo
lentamente dimenticata. A segno Maripan all’88’ di testa, dopo
una partita molto equilibrata. L’unico giocatore di Serie A in
campo per il Cile è stato Erick Pulgar, sostituito un minuto
prima del gol vittoria, mentre sono stati tre i giocatori
“italiani” schierati nella Serbia: Aleksandar Kolarov in difesa
e Adem Ljajic dall’inizio, col numero 10 del Torino sostituito
all’intervallo da Sergej Milinkovic-Savic.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here