Quattro espulsioni e un aggressione: partita tutt’altro che
tranquilla in Bolivia, quella tra il Real Potosì e il Guabirà,
finita 2-0 per gli ospiti e nel marasma generale. Un match
talmente duro che è finito addirittura quindici minuti prima
del novantesimo minuto, visti i quattro giocatori già sotto la
doccia e un infortunio, che ha impedito per regolamento al Real
di proseguire la partita in sei giocatori. Prima un doppio
giallo per proteste, ma poi solo falli duri, e di reazione. La
“ciliegina sulla torta” è stata allora l’invasione al fischio
finale del presidente del club boliviano Wilson Gutiérrez,
che ha attaccato l’arbitro José Jordán, tra spintoni e un
pungo schivato dal fischietto boliviano. Il numero uno del Real
Potosì rischia così, come riporta Marca, una squalifica
fino a tre anni da parte della Federazione. “Sono andato da lui
per protestare, e lui ha iniziato a ridere” è la
“giustificazione” di Gutiérrez. Il Guabirà ha così vinto la
partita per 2-0, qualificandosi per la prossima edizione della
Copa Sudamericana.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here