“Vogliamo andare in Serie A!”. Pippo Inzaghi parla chiaro, gli
obiettivi sono quelli e non vuole nascondersi: promozione,
Serie A, salto di categoria. Una volta centrato il must può
anche andarsene al Bologna, ormai il suo futuro. Di fronte c’è
il Palermo, due partite difficili tra il Penzo e la Favorita:
“Hanno giocatori da Serie A, non sarà semplice, ma ci
crediamo”. Dopo aver battuto il Perugia nel primo turno dei
playoff, il Venezia non vuole fermarsi. Nessuna intenzione di
cedere terreno, ormai il sogno è andare in Serie A. Tifosi
chiamati a raccolta ed entusiasmo alle stelle, come
testimoniato dal presidente Tacopina in ogni singola
intervista. Anche lui ci crede, esattamente come Pippo Inzaghi,
che in conferenza stampa ha parlato così della prossima sfida
in programma mercoledì sera contro il Palermo. 

“Ce la giocheremo fino in fondo”

“Questo è un gruppo incredibile, stiamo vivendo un sogno e ci
crederemo fino alla fine. Il Palermo è una squadra fortissima,
costruita per vincere. Ha giocatori come Rispoli, Nestrorovski,
Coronad, questi sono tutti talenti da Serie A e non lo scopro
certo io. In campionato ricordo la sfida al Penzo, li abbiamo
battuti, ma era una partita particolare in cui Tedino era in
bilico, infatti è stato esonerato subito dopo. Quella di
mercoledì sarà una partita completamente diversa – continua
Inzaghi – in cui entreranno in gioco tanti valori e tante
variabili”. Nessun commento sullo slittamento dei playoff a
causa della penalizzazione del Bari: “Penso soltanto a noi
stessi, siamo arrivati fin qui con una grande cavalcata e
veniamo dal 3-0 al Perugia di pochi giorni fa. Devo capire come
stanno i ragazzi, è chiaro che l’incognita del recupero fisico
è reale. Dovrò fare delle valutazioni, ma il vero problema sarà
mandare qualcuno in tribuna dopo quello che abbiamo fatto”.
Inzaghi non vuole parlare del proprio futuro: “Non ci penso
assolutamente – conclude Superpippo – voglio che sia la prima
di quattro partite, siamo in ballo e ce la giocheremo fino in
fondo”. 



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here