Un pizzico di rabbia e rammarico, ma la convinzione che nulla è
definito e che tutto si deciderà al ritorno al Massimino,
domenica sera. Cristiano Lucarelli, allenatore del Catania, è
comunque soddisfatto per la prestazione dei suoi contro il
Siena, nell’andata della semifinale playoff di Serie C. “C’è un
po’ di rabbia e ci girano le scatole per quanto visto nei 95′ –
ha detto Lucarelli in conferenza stampa – non abbiamo subito un
tiro in porta e il gol ce lo siamo fatti da soli. Ma siamo
venuti qui a Siena a giocarci una semifinale playoff, in un
campo non facile e abbiamo prodotto tanto. Ci voleva un po’ più
di concretezza e ora saremmo qui a commentare un altro
risultato. Però è anche vero che la prestazione di oggi ci
lascia buoni motivi per pensare che se siamo riusciti a mettere
in difficoltà il Siena a casa propria, possiamo farlo anche a
casa nostra. Pur sapendo che il Siena è una squadra che in
trasferta ha vinto diverse volte e di rimessa riesce a
sviluppare un calcio migliore rispetto a quando deve fare la
partita”.

“Difficile rimproverare qualcosa ai ragazzi”

Lucarelli spiega poi alcune scelte di formazione: “Come il
Siena, anche noi abbiamo giocatori in là con l’età e chiedergli
di fare tre partite in una settimana diventa proibitivo. Ai
miei avevo chiesto massima sincerità e lealtà, che chi non
avesse recuperato da domenica avrebbe dovuto dirmelo per
schierare giocatori più freschi e così hanno fatto. Lodi? E’
stato fuori un mese e non era in grado di fare tre partite,
anche perché lunedì si è sposato, quindi era difficile poterlo
schierare dall’inizio anche oggi. Ma domenica ce l’avremo
fresco. Siamo venuti per fare la partita e cercare di prenderci
un vantaggio in vista del ritorno – ha concluso Lucarelli –
però Mazzone mi diceva sempre che ci sono partite in cui conta
l’essenza del calcio: fare gol e non subirlo. Oggi non siamo
stati bravi in questa equazione, ma al di là dell’errore sul
gol viene difficile rimproverare qualcosa ai ragazzi in una
prestazione come questa. Solo un po’ più di concretezza e un
po’ meno di precipitazione sotto porta”.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here