L’ultimo Mondiale vinto dal Brasile ha visto come grande
protagonista Ronaldo, autore della doppietta nella finale
contro la Germania. Un altro degli uomini cardine del successo
della Seleçao di Scolari è stato senza dubbio Denilson,
centrocampista che ha raccolto molte più fortune con la
Nazionale che con i club. Nel 2010 poi, dopo 16 anni
disputati a livello professionistico, ha deciso di appendere
gli scarpini al chiodo e ha cominciato una nuova vita, quella
di giocatore di poker
. Il brasiliano ha recentemente
partecipato alle World Poker Series a Las Vegas, un torneo che
gli ha riservato più ansia del previsto: “Ho giocato a calcio
per 20 anni, quindi non posso davvero paragonarlo ai Mondiali –
ha ammesso Denilson al Sun -, ma quando ho visto
tutti i giocatori nella sala e ho ascoltato la musica a tema,
mi sono sentito così nervoso e ansioso
. Fino ad allora
avevo preso parte ai tornei in Brasile e non avevo avvertito
troppa pressione, ma questo era diverso. A Las Vegas, dal
momento in cui arrivi, capisci che è una cosa seria perché ci
sono i migliori giocatori di poker al mondo. È come un all-star
team e io sono stato il primo ambasciatore a partecipare al
secondo giorno”.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here