Una partita decisiva, sfida da dentro o fuori con in palio la
qualificazione alla finalissima dei playoff del campionato di
Serie B. Si decide tutto al Renzo Barbera (domenica 10 giugno
alle ore 18.30 con diretta su Sky Calcio 2 a partire dalle
18.00 e su Sky Sport 1 a partire dalle 18.20), con i rosanero
che hanno il vantaggio determinato dal miglior posizionamento
in classifica. Il Palermo, essendo arrivato al quarto posto,
passa il turno anche in caso di parità di punteggio nel computo
complessivo dei 180 minuti. Questo significa che, considerando
il pareggio per 1-1 dopo la gara d’andata giocata allo stadio
Pier Luigi Penzo di Venezia, alla squadra di Roberto Stellone
basterà ottenere un altro risultato di parità al Renzo Barbera
per ottenere la qualificazione in finale. Alla squadra di Pippo
Inzaghi, invece, non resta che cercare la vittoria, unico
risultato a disposizione per la formazione arancioneroverde.
Un’impresa che al Venezia è riuscita in appena tre occasioni
nei venti precedenti in Serie B in casa del Palermo, per il
resto sette pareggi e dieci vittorie della formazione rosanero.
Trend positivo in casa per i siciliani, che non perdono al
Barbera da otto partite. All’andata la squadra di Roberto
Stellone passò in vantaggio grazie al gol di La Gumina,
sbloccando una partita fino a quel momento priva d’emozioni.
Immediato il pareggio della formazione di Pippo Inzaghi con gol
di Marsura, dopo un grande assist di tacco di Litteri. Ora 90
minuti per decidere il destino di Palermo e Venezia.

La probabile formazione del Palermo

Hanno fatto molto discutere le scelte dell’andata di Roberto
Stellone, che ha tenuto contemporaneamente in panchina sia
Nestorovski che Coronado. Quest’ultimo ha dato una scossa
importante nel corso della ripresa, riconosciuta dallo stesso
allenatore. Il macedone, invece, ha giocato appena tre minuti e
ora scalpita per avere una maglia da titolare. Ma Roberto
Stellone è stato chiaro: “Sono io a osservare attentamente la
squadra durante la settimana, quindi le scelte le faccio io e
non voglio mugugni”. Un segnale chiaro alla squadra,
l’allenatore non vuole gente scontenta. E Stellone sta quindi
pensando di riconfermare la coppia d’attacco dell’andata, con
un La Gumina in gran forma affiancato dall’ex di giornata
Stefano Moreo. Dovrebbe essere questo l’attacco scelto per
sfidare il Venezia anche nella sfida di ritorno. In
alternativa, considerando che La Gumina al momento sembra
inamovibile, Nestorovski e Trajkovski potrebbero contendere una
maglia a Moreo. Per il resto l’allenatore rosanero dovrebbe
prediligere due linee da 4, passando quindi al 4-4-2. In questo
modulo troverebbe spazio Igor Coronado, schierato da esterno
sinistro con Rolando sulla destra. Al centro, invece, ci
sarebbero Gnahoré e Jajalo. In difesa confermati in blocco
Rispoli, Bellusci, Rajkovic e Aleesami davanti al portiere
Pomini.

PALERMO (4-4-2): Pomini; Rispoli, Bellusci, Rajkovic, Aleesami;
Rolando, Ghanoré, Jajalo, Coronado; Moreo, La Gumina.

La probabile formazione del Venezia

Pippo Inzaghi dovrebbe invece confermare il suo solito 3-5-2,
cambiando però qualche uomo rispetto alla gara d’andata. In
attacco ci sarà infatti Geijo, con Marsura in vantaggio su
Litteri per affiancarlo. A centrocampo Pinato favorito su
Falzerano, con Stulac e Suciu che saranno gli altri due
centrali con Bruscagin e Garofalo sugli esterni (in alternativa
a quest’ultimo c’è l’opzione Del Grosso). In difesa confermato
il trio con Modolo, Andelkovic e Domizzi davanti al portiere
Audero.

VENEZIA (3-5-2): Audero; Andelkovic, Domizzi, Modolo;
Bruscagin, Pinato, Stulac, Suciu, Garofalo; Marsura, Geijo

Questa la lista completa dei calciatori convocati da Inzaghi:
Audero, Bruscagin, Andelkovic, Stulac, Domizzi, Bentivoglio,
Soligo, Zigoni, Fabiano, Vicario, Modolo, Pinato, Marsura,
Suciu, Geijo, Frey, Russo, Falzerano, Cernuto, Garofalo,
Zampano, Literri, Del Grosso

Arbitra Aureliano di Bologna

La gara tra Palermo e Venezia sarà arbitrata dal signor
Gianluca Aureliano della sezione di Bologna. Gli assistenti
saranno Tarcisio Villa di Rimini e Giovanni Baccini di
Conegliano. Quarto ufficiale Pietro Dei Giudici di Latina,
arbitri addizionali Livio Marinelli di Tivoli e Valerio Marini
di Roma 1.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here