Sono ormai mesi che Fortnite è diventato il videogame di
tendenza di milioni di appassionati. Sono tantissimi a
giocarci, dai più piccoli ai più grandi, e nella grande cerchia
di utenti attivi fanno la loro comparsa anche molti calciatori
e sportivi in generale, dall’attaccante dell’Atletico Madrid,
Antoine Griezmann, alla guardia dei Los Angeles Lakers, Josh
Hart. Questa volta però è avvenuto il processo inverso: è
Fortnite ad essere entrato nel mondo del calcio. I
produttori del gioco infatti, in occasione della Coppa del
Mondo in Russia, hanno ideato un aggiornamento basato proprio
sul Mondiale. Sono stati introdotti tre campi da gioco, ognuno
curato nei minimi dettagli sia all’interno che all’esterno
.
Tutti e tre sono ben visibili sulla mappa. Il primo, il più
grande, si trova a nord di Parco Pacifico e a sud-est di
Crocevia del Ciarpame. È considerato dagli esperti il più
complicato da affrontare. Il secondo si trova nella parte
meridionale di Parco Pacifico, mentre il terzo, il più piccolo
e l’unico al coperto, è ancora più a sud e precisamente ad
ovest di Pinnacoli Pendenti all’interno di un edificio.
Oltre a questi, sono stati poi aggiunti quattro campi
segreti
che completano una delle sfide della settimana 7.
L’obiettivo dei players in questa nuova battle royale sarà
segnare un gol in ognuno degli “stadi” localizzati sull’ampio
territorio e non farsi ovviamente uccidere dagli avversari. Gli
aggiornamenti applicati al videogame non si fermano qui.
Sono stati infatti introdotti anche nuovi
emote nelle vesti di tifosi di calcio e altri
skin particolari legati alla Coppa del Mondo.
Per i
meno informati, il gioco prevede uno scontro mortale tra 100
diversi giocatori, catapultati in un determinato territorio in
cui lo scopo è diventare l’ultimo sopravvissuto, attraverso
l’utilizzo di armi e utensili vari, con la determinante
temporale a rendere progressivamente più difficile restare in
vita. Visto il trend delle ultime settimane, non ci sono
dubbi che questa nuova versione del gioco avrà lo stesso
seguito del Mondiale vero e proprio
e sarà un’occasione per
più di qualcuno per festeggiare una vittoria e provare a
dimenticare la delusione di non essere presenti alla
competizione in Russia.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here