STATISTICHE & CURIOSITA’

Ultimo atto per la Serie B 2017-2018 al Benito Stirpe di
Frosinone, con la gara di ritorno tra i padroni di casa e il
Palermo. L’andata ha sorriso ai rosanero, capaci di rimontare
grazie a La Gumina e all’autorete di Terranova, dopo il
fantastico gol di Ciano. Per la squadra di Longo diventa dunque
obbligatorio ottenere il successo per conquistare la Serie A,
mentre gli uomini di Stellone, grande ex di giornata, avranno
due risultati su tre a disposizione. Il Frosinone è
in sofferenza, nel recente periodo, allo “Stirpe”: una sola
vittoria ciociara nelle ultime 5 gare disputate, con restante
bilancio di 3 pareggi ed 1 sconfitta. L’unico successo
giallazzurro risale al 5 maggio scorso, 1-0 sul Carpi, nella
regular season. Il Frosinone è stata la formazione della Lega B
2017/18 che, al termine della regular season, si è segnata il
maggior numero di autogol: 4. Gli autolesionisti giallazzurri
sono stati Beghetto (pro Novara), Maiello (pro Parma), Bardi
(pro Empoli), Ariaudo (pro Venezia). Camillo Ciano è
stato uno dei 3 giocatori ad aver sempre giocato nelle 42
giornate della regular season di Lega B 2017/18: come lui, il
ternano Luca Tremolada ed il portiere del Parma, Pierluigi
Frattali. Federico Dionisi (20 punti), Camillo Ciano (13
punti), Nicola Citro (12 punti), Daniel Ciofani (10 punti),
quest’ultimo non impiegabile questa sera; ecco il poker d’assi
del reparto offensivo del Frosinone. Al termine della Lega B
2017/18, analizzando i 72 punti conquistati in campionato dai
ciociari, 55 sono arrivati dai gol decisivi di questo
quartetto, pari al 76,3% dei punti finora ottenuti dalla
compagine di Longo. Terzo confronto tecnico ufficiale
tra i due allenatori – Moreno Longo e Roberto Stellone – in
partite ufficiali. In entrambi i precedenti le squadre di
Stellone si sono imposte in casa. I due, da calciatori, sono
stati compagni di squadra per una stagione: nel 1997/98, in
serie B, nella Lucchese: 12 presenze ed 1 gol per il primo, 35
gettoni senza reti per il secondo. Allenatore dei rossoneri
toscani era Gigi De Canio. Da avversari un solo incrocio:
Chievo-Napoli 1-2 del 12 marzo 2000, in B, con Stellone che
firmò uno dei due gol azzurri. Il Frosinone è la seconda
formazione cadetta che – al termine della regular season della
Lega B 2017/18 (42 giornate) – ha segnato il maggior numero di
gol nella prima mezz’ora di gara: 22 su 65 totali.
Meglio solo l’Empoli con 25 marcature nei primi 30’ di gioco.
Il Frosinone è risultata una delle due formazioni della Lega B
2017/18 che ha subito il maggior numero di rigori al termine
della regular season: 10 i penalties subiti dai ciociari,
primato condiviso con l’Avellino. Il Palermo ha trovato
nel finale di stagione i gol di Antonino La Gumina, autore di 6
delle ultime 10 reti rosanero tra regular season e playoff, ma
anche – allargando i dati – di 10 degli ultimi 25 firmati dai
siciliani. Prima della performance finale, da marzo in avanti,
La Gumina aveva segnato un solo gol, nell’1-1 casalingo contro
il Parma dell’ 8 ottobre scorso. Roberto Stellone affronta per
la terza volta, da allenatore, il Frosinone in partite
ufficiali: nei 2 incroci si registra 1 vittoria interna per
parte. Stellone è un doppio ex del match: da calciatore, ha
concluso la propria carriera con la maglia dei ciociari, con
cui ha giocato dal 2009/10 al 2010/11 con 34 presenze e 6 gol
in partite ufficiali. Da allenatore, ha intrapreso la carriera
tecnica proprio con la società frusinate: nel 2011/12 ha
guidato la selezione “Berretti”, mentre dal 2012/13 al 2015/16
ha allenato la prima squadra, con cui ha conquistato prima la
promozione in serie B (nel 2013/14) e poi in serie A (nel
2014/15), mentre è retrocesso in serie B nel 2015/16. Per lui,
complessivamente, 64 vittorie, 43 pareggi e 52 sconfitte, in
159 panchine ufficiali. Il Frosinone, che su 7 precedenti
ufficiali tra casa e trasferta contro il Palermo, non ha mai
sconfitto i siciliani (1 pareggio e 6 sconfitte, il bilancio in
sfavore dei giallazzurri), è addirittura in cerca del primo gol
in casa contro i rosanero, non avendo mai segnato nei 3
confronti precedenti, due dei quali vinti per 2-0 dai siciliani
(C-1 1988/89 e A 2015/16), uno pareggiato per 0-0 (B 2017/18).
Due record stabiliti nella finalissima playoff cadetti 2017/18,
gara di andata Palermo-Frosinone 2-1 giocata in Sicilia
mercoledì scorso: Ciano, in gol dopo 5’, ha eguagliato il
primato del gol più veloce in una finale dei playoff di B, come
fece Citro in Trapani-Pescara 1-1, ritorno edizione 2015/16; il
gol decisivo del 2-1, un autogol dell’ex Terranova, è stata la
prima autorete giocata in una finale dei playoff cadetti.
Tredicesima finale dei play-off di serie B, istituiti nel
2004/05. In 9 casi su 12 precedenti è salito in Serie A chi ha
giocato in casa la gara di ritorno (Torino 2004/05 – promozione
poi annullata per fallimento del sodalizio granata – e 2005/06;
Lecce 2007/08; Livorno 2008/09 e 2012/13; Brescia 2009/10;
Novara 2010/11; Bologna 2014/15 e Benevento 2016/17). Le tre
squadre promosse fuori casa sono state Sampdoria 2011/12 (a
scapito del Varese), Cesena 2013/14 (sconfitto il Latina) e
Pescara 2015/16 (contro il Trapani). In pratica dal 2012 ad
oggi, negli anni pari – come questo – ha vinto chi giocava in
trasferta la finale di ritorno.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here