Le ultimissime sulla Juventus:

Nelle ultime ore fanno sognare i tifosi bianconeri le parole del papà di Milinkovic-Savic: Lo vedrei benissimo in bianconero e glielo ho detto più volte. La Juventus sarebbe la squadra ideale, perfetta per lui.

Un assist per Marotta che ha sempre visto il centrocampista serbo come uno dei più forti al mondo in quel ruolo, ma si sa bene, con Lotito non è facile o addirittura impossibile trattare. La grande prestazione nell’esordio Mondiale poi, non fa altro che alimentare un’asta sul calciatore seguito da tutti i top club europei. Nel frattempo arriva l’endorsement anche per un altro calciatore in orbita Juventus, il russo Golovin, da parte di un suo possibile compagno di squadra Matuidi: Golovin? Ho visto la partita della Russia e Golovin. Mi è sembrato forte, mi è piaciuto tantissimo. Se viene alla Juventus? Non dovete chiedere a me se può arrivare a Torino, ma a me sembra fortissimo, questo sì.

Le ultimissime sul Napoli:

Lobotka ha parlato in Slovacchia. Queste le sue parole: “Sono in contatto col Napoli da molto tempo. Stiamo ancora negoziando. Mi piacerebbe andarci, è un club eccellente, con un ottimo allenatore ed è regolarmente nelle coppe europee. Il Celta ha detto che se arriva un’offerta importante non ha problemi a cedermi. Ma deve essere adeguata, anche perché ho firmato un rinnovo. Entro la fine di giugno sapremo. Oltre al Napoli c’è un altro club inglese, ma non è così calda come pista. Il Napoli punta ogni anno allo scudetto, sarebbe un passo avanti per me. Me ne ha parlato anche Hamsik, sono attratto dal Napoli. Ne abbiamo discusso, sarebbe bello giocare con lui anche in un club, oltre che in Nazionale”. Per Fabian Ruiz manca l’ok del giocatore come confermato da De Laurentiis: poi verrà pagata la clausola. Seri resta in caldo, Jorginho è vicino all’addio.

Le ultimissime sull’Inter:

Radja Nainggolan si sente scaricato dalla Roma dopo anni di amore per la maglia giallorossa e ha deciso che, se lascerà Trigoria lo farà solo per l’Inter. Il centrocampista ha deciso di non fare sconti al club e di dettare le proprie condizioni per lasciare la capitale visto che non ha apprezzato le modalità che sta portando avanti la società per la sua eventuale cessione. La trattativa tra l’Inter e Malcom – secondo Tuttosport – ha tutto per diventare il tormentone dell’estate, tanto è forte la voglia dell’Inter di regalarlo a Spalletti (il brasiliano è stato promosso con lode dagli osservatori), quanto è importante il valore economico del giocatore. Per lui il Bordeaux chiede 40 milioni, ma nei giorni scorsi ha aperto alla possibilità di un prestito con obbligo di riscatto, mostrandosi sensibile alle condizioni di pagamento proposte dall’Inter che, dalla sua, ha già il sì del giocatore. Parallelamente all’affare Malcom, il preferito per rinforzare la fascia destra, Ausilio tiene vivi i contatti con il Sassuolo per Matteo Politano (previsto tra le parti un incontro in settimana) e Nicola Sansone per cui è stato fatto un sondaggio con il Villarreal. Nel caso in cui dovesse partire Candreva, gli esterni in arrivo potrebbero essere anche due, considerato che Eder e Karamoh (quest’ultimo in prestito) sono in partenza.

Le ultimissime sul Milan:

Domani è il grande giorno: la delegazione del Milan, della quale faranno parte l’ad Marco Fassone, l’avvocato Roberto Cappelli come responsabile della task force legale rossonera, Valentina Montanari, direttore finanziario della società, e l’avvocato Umberto Lago, si presenterà infatti davanti ai giudici della camera giudicante dell’Uefa, che comunicare la loro decisione nel giro di 48-72 ore. Entro il week end, quindi, il club rossonero conoscerà il verdetto, con la speranza che non sia l’esclusione dalle coppe europee.

Rispetto alle altre due volte, in cui il Diavolo si è visto rifiutare prima il Voluntary Agreement e poi il Settlement Agreement, ora esiste un nuovo socio la cui liquidità verrà destinata al rifinanziamento e non è escluso che il club porga ai cinque giudici della camera giudicante un agreement scritto di futura partnership entro tempi prestabiliti. Il nuovo partner, che sarà una persona fisica nota e dalla provata consistenza economica, sarebbe inoltre destinato nel tempo all’acquisto del pacchetto di maggioranza e in questo modo verrebbero dissolte anche le incertezze sulla “garanzie finanziarie fornite dai maggiori azionisti”.

La presenza di un nuovo socio pronto ad affiancare Yonghong Li è quindi l’asso nella manica del Milan, che ribadirà davanti all’Uefa che ad essere giudicato deve essere solo il club rossonero e non il suo proprietario. Come spiega la Rosea, l’accusa dovrà valutare i bilanci e le violazioni della società e non quelle di chi ne è a capo, il cui denaro investito è comunque sempre stato sottoposto a documentazioni certificate. E se il nuovo socio dovesse clamorosamente dileguarsi esiste un’ampia testimonianza scritta sulle garanzie economiche e di continuità aziendale fornite da Elliott, che rileverebbe il Milan se Mr.Li non fosse più in grado di sostenere l’investimento.

Le ultimissime sulle altre di A:

Il Real continua a lavorare su Alisson: dopo la partita del Brasile, presumibilmente, arriverà una offerta ufficiale alla Roma, che chiede molto rispetto alla proposta che verrà recapitata ai giallorossi. Un intermediario nei giorni scorsi ha messo sul piatto 50 mln più bonus per lo stesso Alisson dal Liverpool: no romanista, da parte del club inglese non è stato fatto nessun rilancio

Sassuolo: Acerbi parlerà col club per discutere di un possibile trasferimento alla Lazio: la volontà del giocatore sarebbe quella di partire, mentre Peluso interessa a Chievo, Parma e Cagliari. Il Parma stesso ha chiesto Zaniolo all’Inter: proposto un acquisto a titolo definitivo con ricompra. Su di lui anche il Sassuolo. Al Chievo si sta per definire l’arrivo di Milic, che ha il contratto in scadenza con il Napoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here