Dejagah, l’amico di Boateng

Centrocampista del Nottingham Forest, Ashkan Dejagah è uno dei
migliori amici di Kevin-Prince Boateng. Ha aperto un ristorante
giapponese a Berlino lo scorso gennaio e ha fatto la trafila
nelle nazionali giovanili della Germania, con Neuer, Ozil e
Khedira. Ha tatuato Berlino e Teheran sulle braccia, con la
scritta “Non dimenticare mai da dove vieni”.

Ghoochannejhad, l’intellettuale

Reza Ghoochannejhad ha segnato l’unico gol della scorsa
edizione dei Mondiali in Brasile. Ma l’attaccante è famoso
anche perché sa suonare il violino e parla sette lingue:
inglese, olandese, persiano, francese, tedesco, italiano e
portoghese (queste ultime tre le comprende ma non le parla
benissimo). A 21 anni voleva lasciare il calcio per studiare
legge, ma Marc Overmars lo convinse a portare avanti entrambe
le carriere. Odia i social network e sua cognata Sareh Bayat è
una famosa attrice iraniana che ha recitato in un film che ha
ottenuto l’Oscar nel 2012.

Jahanbakhsh, capocannoniere d’Olanda

Alireza Jahanbakhsh è il pericolo numero uno della nazionale
iraniana, poiché ha segnato 21 gol nel campionato olandese con
l’AZ Alkmaar. Eppure fino ai 12 anni preferiva la ginnastica,
la pallamano e il calcio a cinque. Ha tante offerte
dall’Inghilterra adesso, da squadre di Premier League, ed è
cresciuto ammirando Cristiano Ronaldo.

Azmoun, il Messi iraniano

Per le sue abilità tecniche è definito il Messi iraniano, ma
Sardar Azmoun ha sempre respinto questo paragone azzardato. In
realtà, il suo modello è Zlatan Ibrahimovic, con cui in una
partita di Europa League (Azmoun gioca nel Rubin Kazan) ha
potuto scambiare la maglia. Usa molto i social network e ama i
cavalli.



Source link

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here