Ci sono matrimoni che non s’hanno da fare: è il destino del Salisburgo che per l’undicesima volta consecutiva nella sua storia non è riuscito a superare il quarto turno preliminare di Champions League.

La partita

Per gli austriaci del “Toro Rosso” sembrava la volta buona con i ritorno in casa contro la Stella Rossa, eppure gli uomini di Marco Rose dopo la prima parte che li ha visti dominare andando in vantaggio con la doppietta di Dabbour, sono riusciti a gettare tutto alle ortiche in appena due minuti. Nella ripresa infatti, tra il 64’ ed il 65’ la Stella Rossa agguanta il pari con i gol di Ben e Degenek. Mezz’ora di assalto finale non è servita al Salisburgo per riuscire a sfatare la maledizione della coppa dalle grandi orecchie che perseguita gli austriaci dal 2005.

I precedenti

A partire dal 2006, infatti, per il Salisburgo non c’è mai stato nulla da fare.Valencia e Shakhtar Donetsk, poi Maccabi Haifa nel 2009, Hapoel Tel Aviv l’anno dopo, per poi proseguire con il Dudelange, il Fenerbahce nel 2013, la Dinamo Zagabria nel 2016 e il Rijeka l’anno successivo. Ora anche la Stella Rossa: la maledizione Champions League continua.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here