L’ottava volta

Una vittoria che sembra non fare più notizia. Questo per due probabili motivi: il primo è senza dubbio la vicinanza temporale dalla più grande delusione stagionale, ovvero l’uscita dalla tanto desiderata e nominata Champions League. Il secondo, potrebbe essere (a differenza dello scorso anno) quella di aver stracciato ogni velleità avversaria già dalla fine del 2018, staccando di moltissimi punti la rivale diretta (il Napoli) che fin troppo presto ha deciso di abbandonare la corsa ai bianconeri.

Il merito di questa distanza è certamente di CR7, ma anche dell’arrendevolezza che le sfidanti hanno mostrato in campionato per la corsa al titolo. In casa Juventus adesso si parla di futuro, alla ricerca dei calciatori funzionali al piano tattico di Allegri per la Juve che verrà. Ma sicuro ci sarà Allegri sulla panchina dei bianconeri? Da Vinovo confermano che sarà ancora il livornese a sedere sulla panchina più prestigiosa d’Italia, nonostante la rumorosa contestazione di quella parte di tifosi che preferirebbe cambiare guida tecnica.

Ma chi al suo posto? In cima ai desideri dei tifosi juventini c’è l’ex mai dimenticato Antonio Conte, attualmente senza panchina. Il  tecnico leccese potrebbe finire anche all’Inter nel processo di rifondazione tragato Beppe Marotta, ma molto dipenderà da come concluderà la stagione Luciano Spalletti.

Il mercato

Quello che è certo è che la Juve investirà forte sul mercato, soprattutto italiano. Ufficializzato a gennaio Ramsey, la dirigenza bianconera ha nel mirino il talento che più si è messo in mostra in questa stagione: Federico Chiesa. Il calciatore lascerà Firenza solo per una grande offerta ai Della Valle, per questo gli uomini di mercato di Agnelli sono a lavoro per trovare la formula che metterebbe d’accordo i viola ed il calciatore. Voci di mercato infatti parlano di un’offerta di 70 milioni cash più i cartellini di Mandragora e Orsolini, attualmente in forza (in prestito) ad Udinese e Bologna.

La concorrenza per l’esterno figlio d’arte però è alta, perché oltre a Napoli ed Inter in Italia, su di lui c’è fortissimo l’interessamento del Bayern Monaco, deciso a trovare un degno sostituto per il partente Robben.

Meno dubbi invece su chi partirà, con tutti gli indizi che portano alle cessioni di Douglas Costa e Dybala ed il probabile ritiro di Barzagli. Da valutare invece la posizione di Pjanic, che con un’importante offerta potrebbe lasciare Torino. Poche certezze insomma, per questo non ci resta che aspettare la fine del campionato per vivere un mercato che si preannuncia elettrizzante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here