CONTE INFELICE: E’ SENZA ATTACCANTI

Giorni ed ore decisive per il mercato dell’Inter di Antonio Conte. Al momento il tecnico nerazzurro è in tourneé con a disposizione solo i due giovani attaccanti Longo (destinato a partire) e il classe 2002 Esposito, troppo poco per sostenere partite ravvicinate contro avversari di alto livello. Senza contare il fatto che, il maniacale lavoro tattico del tecnico non può essere fatto sugli attaccanti che vorrebbe: Dzeko e Lukaku (oltre a Lautaro Martinez).

“Lukaku è un giocatore del United. Lo conosco molto bene già dai tempi in cui ero allenatore del Chelsea”. Così Antonio Conte, allenatore dell’Inter, nella conferenza stampa tenuta alla vigilia della sfida contro il Manchester United valida per l’International Champions Cup. Il centravanti belga, come ammesso questa mattina da Solskjaer, domani a Singapore non sarà della partita. “Domani abbiamo un match importante, a questo livello è difficile considerarla un’amichevole e sarà così anche per loro. La nostra pre stagione sta andando bene, spero di vedere dei miglioramenti nella mia squadra”

ROMA: OPERAZIONE HIGUAIN

Il futuro di Gonzalo Higuain continua a tenere banco in casa Juventus. L’attaccante argentino è richiesto dalla Roma ma ha più volte espresso il desiderio di restare a Torino per giocarsi le sue carte nella squadra di Maurizio Sarri. I bianconeri, però, sembrano non essere disposti a puntarci: i contatti con i giallorossi sono sempre più frequenti e ci sarebbe l’accordo tra i due club.

Come riportato da alcune testate, anche mister Fonseca si sarebbe mosso in prima persona per convincere il Pipita. Una chiamata che per ora non ha smosso l’ex Napoli e Real, probabilmente ancora scottato dalle difficoltà dell’ultima stagione. Juve e Roma vorrebbero chiudere il prima possibile: l’opzione per Nicolò Zaniolo potrebbe essere inclusa nell’affare.

NAPOLI-JAMES, ORA O MAI PIU’

Il procuratore di James, Jorge Mendes, tratta per il Napoli per accontentare il suo assistito (“Accetto il Napoli e solo il Napoli”), ma Mendes non insiste per convincere il Real Madrid solo in prestito. Senza dubbio il prossimo weekend sarà quello decisivo per chiudere l’affare, visto che il Napoli ha già individuato le alternative al colombiano che però andrebbero chiuse subito (Pepé e Lozano). In attacco rimbalza ancora il nome di Icardi, che però sembrerebbe aspettare le cession che la Juve necessariamente dovrà fare per spedirlo alla corte di Sarri. In uscita, Rog al Cagliari è praticamente fatta, mentre Vinicius andrà al Benfica in un’altra operazione targata Jorge Mendes.

JUVENTUS, ORA LE USCITE.

Rabiot, Ramsey, De Ligt, Demiral, Buffon. Dopo aver sistemato difesa e centrocampo, Fabio Paratici studia il colpo (o i colpi) in attacco. Prima, per, serviranno le cessioni: da Cancelo a Douglas Costa, fino a Khedira, Higuain e Mandzukic, in tanti potrebbero lasciare i bianconeri in questa finestra di mercato.

Gli obiettivi in entrata sono sempre Federico Chiesa e Mauro Icardi. L’esterno della Fiorentina è intenzionato a convincere il presidente Commisso a lasciarlo andare. Se ci riuscirà, la Juventus è pronta a sferrare l’assalto con un’offerta irrinunciabile, altrimenti attenderà tempi migliori. Poi c’è sempre Mauro Icardi: la Vecchia Signora è disposta ad attendere per strapparlo all’Inter alle condizioni più favorevoli. Non è una priorità assoluta, perché la società si ritiene coperta in avanti e perché Sarri sembra intenzionato a provare Dybala centravanti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here